We Monferrini | Our Stories | Monferrino Diary | History | Language | Gallery
Our Names | Family Album | Links | Bibliography | Turismo | Guestbook| Pagine Monferrine


FOTO E MEMORIE DI UN PAESE DI COLLINA

Foto e memoria di un paese di collina: l'archivio fotografico dell'Associazione San Giacomo di Lu, Quaderno d'Arte Luese numero 3, Associazione San Giacomo Lu: 2012, pp. 120, foto 64.

Foto e Memoria di un paese di collina e' un volume fotografico, curato da Michele F. Fontefrancesco ed Elia Ranzato che, partendo dalla storia dell'Archivio fotografico dell'Associazione San Giacomo di Lu e proponendo un'ampia selezioni di foto inedite tratte dalla collezione, apre ad una riflessione profonda sul legame tra fotografia e memoria.

Il volume e' diviso in due parti. Nella prima parte, studiosi di affermata fama e giovani ricercatori attivi in Italia ed all'estero esaminano la relazione che lega foto e memoria, esplorando questa attraverso una prospettiva multidisciplinare che abbraccia antropologia, geografia, letteratura, sociologia e storia.

La seconda parte del libro offre una sezione fotografica di 65 pose inedite tratte dall'Archivio. Sono queste foto scattate tra gli ultimi anni dell'Ottocento ed il boom economico, spesso da amatori della fotografia, per raccontare la vita della propria famiglia e della propria comunita', per immortalare occasioni speciali quali un matrimonio, una leva od un funerale.

Il libro si rivolge ad un ampio pubblico e, attraverso le foto ed i suoi saggi, sprona il lettore a riflettere sulla capacita' che le foto hanno di far ricordare, di nutrire la memoria e creare comunita'.


MONFERRATO TRICOLORE

"Monferrato Tricolore", il libro strenna per gli abbonati de "Il Monferrato" 2011, e primo volume in uscita in Piemonte per il 150 anniversario dell'Unita' d'Italia, e' stato presentato dai curatori Luigi Angelino e Dionigi Roggero al teatro Comunale "F.Cavalli" di San Salvatore con il sindaco Corrado Tagliabue a fare gli onori di casa.

"Piccola capitale del Risorgimento, per i fatti del 1859 -- ha esordito il sindaco di San Salvatore -- e' per noi una definizione molto bella, per un Comune che ha in parte del suo nome, Monferrato, l'appartenenza a un territorio". Il direttore de Il Monferrato Marco Giorcelli ha introdotto gli interventi delle autorita' non prima d'aver ricordato il duplice anniversario, il 150 dell'Unita' d'Italia celebrato nel volume e il 140 che Il Monferrato (un capitolo del libro ricorda la storia del bisettimanale).

"La presentazione di questo libro e la mostra sul Risorgimento -- ha commentato il Prefetto Francesco Paolo Castaldo -- sono iniziative che si inseriscono nel programma importante e corposo per l'anno prossimo", mentre il presidente della Provincia, Paolo Filippi, ha posto l'accento sui "bei testi, originali, su temi mai affrontati" che hanno sempre contraddistinto i volumi de Il Monferrato sottolineando come il nuovo libro si caratterizzi "per la ricerca storica e una linearita' che lo rendono ancora piu' apprezzabile".

"Obiettivo di questo lavoro -- ha spiegato Dionigi Roggero -- era fare rivivere i luoghi risorgimentali del Monferrato rivisitandoli, cogliendo la dimensione geografica ma senza dimenticare l'aspetto storico e culturale". Un lavoro encomiabile condiviso con il compagno di tanti 'viaggi d'autore' (oggi hanno raggiunto il ragguardevole traguardo di 455), Luigi Angelino, per il quale l'opera e' stata tutto sommato un "faticoso divertimento" che ha avuto come primo riconoscimento un servizio sul Tg3 di Carlo Cerato. "I viaggi d'autore hanno lo scopo di fare conoscere il territorio" ha aggiunto Angelino prima di presentare gli autori dei saggi presenti nella seconda parte del volume, con una menzione speciale per Idro Grignolio.

--Massimo Castellaro


GUIDA DI FUBINE MONFERRATO

Prof. Gian Luigi Ferraris -- president of the Robotti Foundation -- has assembled an exhaustive guide to the town of Fubine. Clocking in at nearly 600 pages and with contributions from nearly everyone alive that has written about the town, Ferraris discusses the history of this town, that at one time sent more emigrants abroad than any other town in the area.

There are tons of photographs -- past and present -- and reproductions of paintings of the town, as well as discussions of nature, culture, personalities, tourism and much more.

You can order a copy of this amazing, and quite hefty, paperback book online at Libro Co. for 28.80 Euro, a discount of 20% off the 36 Euro cover price.


VOCI PIEMONTESI / PIEMONTESI VOICES

Many of the stories you see in the Our Stories section of this site, form the basis of Robert Tanzilo's book, "Voci Piemontesi," which shares stories of Piedmontese emigration/immigration to the United States.

The book, published in a paperback, bilingual edition in 2009 with the support of the Regione Piemonte's Assessorato al Welfare e al Lavoro, includes a number of photos and a preface by Piedmont Regional President Mercedes Bresso and Teresa Migliasso, Assesore al Welfare e al Lavoro.

Copies may be ordered from Edizioni dell'Orso in Italy. In the U.S. you can order from Boswell Book Company or Next Chapter Bookshop.


EBREI PIEMONTESI: THE JEWS OF PIEDMONT

There isn't a wealth of information available in English on the Jewish communities that existed in Piemonte from the 15th century forward. So the 2008 book, "Ebrei Piemontesi: The Jews of Piedmont," published by the Yeshiva University Museum in New York is a real treasure.

The paperback volume -- with 128 pages and lots of illustrations -- was published in conjunction with the museum's 1996 exhibition of the same name.

Included are a range of essays ranging from Geoffrey Symcox's "The Jews of Piedmont from the Later Middle Ages to 1796" to Susan Zuccotti's "The Jews of Piedmont and the Holocaust" and "Rabbinic Culture in 15-Century Piedmont." There are also sections highlighting the synagogues of Piemonte and the cuisine of Jewish Piedmont, among other things.

Of course, the synagogues of Casale, Asti, Moncalvo and Alessandria are discussed.

To order copies of the book for $20, plus $5 shipping and handling,
visit the Yeshiva University Museum Web site.


IT HAPPENED IN MONFERRATO

Elizabeth Bettina's new book "It Happened in Italy" (Thomas Nelson hardcover, $24.99, 2009), collects the "untold stories of how the people of Italy defied the horrors of the Holocaust" during World War II. Bettina, a New Yorker who has lived in Italy, focuses on her family's town of Campagna (Salerno), where there was an internment camp for Jews.

But Bettina also shares stories from around the country of Jews that survived thanks to the help of Italians that some might call ordinary, but, in fact, were clearly extraordinary. Two of those stories come from the Monferrato. First, there is the story of Walter Wolff, who, through a friend, got fake papers from the Comune of San Giorgio Monferrato, just outside Casale, where his story of survival continued.

Next was the story of the de Leon family from Turin, who fled to Piea d'Asti where the family "could hide .. in the open." Although they thought their Jewishness was a secret, they learned at the end of the war that everyone in Piea knew. In 2007, Piea earned the distinction of "Uno dei giusti" (one the the just) -- a Righteous City -- from the Italian government, for having sheltered Jews during the Holocaust.

Bettina's book is available from any bookseller.


PAVESE'S LOVE AFFAIR WITH AMERICA

More than a half-century after his tragic death in Turin, Cesare Pavese remains the literary voice of the Langhe and the Alto Monferrato (his mother was from Casale, in the Basso Monferrato). A new book by American author Lawrence G. Smith, "Cesare Pavese and America: Life, Love and Literature" (published in hardcover by University of Massachusetts Press), is the first in-depth look at the author, in English, in decades, and it is perhaps the first time an American author has investigated Pavese's passion for America.

According to the publishers, "As an adolescent and young man, Pavese immersed himself in American literature, especially that of the 19th and early 20th centuries. In 1930, at the height of Italian Fascism's popularity, he wrote a thesis on the most democratic of America's poets, Walt Whitman. He then supported himself by translating American fiction, most importantly Moby-Dick, and by writing essays on American authors. Combining biography and literary analysis, Lawrence G. Smith illuminates Pavese's life and also his tragic death, precipitated by a brief failed love affair with Constance Dowling, an American movie actress fifteen years his junior. Although he barely knew Dowling, her departure from Italy in April 1950 triggered Pavese's long-latent suicidal impulses, and he killed himself four months later."



TRICOLOR PRIDE IN CASTELL'ALFERO

"Orgoglio Tricolore" (Pride in the green, white, and red), written by Ito De Rolandis, (edited by Se.di.codi Lorenzo Fornaca, 374 pages) was presented at the castle in Calstell'Alfero, a few steps from the birthplace of "Gio" Battista De Rolandis, considered the "first martyr of the Risorgimento." The author Ito, a descendent of the patriot, is a noted writer and journalist. Mariangela Cotto, vice president of the regional council, and Antonio De Bontis, prefect of Asti, also participated.

The tricolor ribbons, the first insignia, which was hand sewn in 1794 by Brigida, the aunt of Luigi Zamboni, De Rolandis' Bolognese friend, was on display in a showcase. Angelo Marengo, mayor of Castell'Alfero, praised the book as a source of pride for the Monferrini.

Giovanni Battista Gaetano De Rolandis, was born in Castell'Alfero on June 24, 1774, and died in Bologna on April 23, 1796. He went from the Monferrato to Bologna to study in the Viola College. On November 14, 1794, he organized an insurrection to liberate the city from Papal oppression with Luigi Zamboni and other friends. The uprising was preceded by the distribution of posters and tricolor ribbons. The attempt having failed, De Rolandis and Zamboni fled towards the Appenines, but were captured by the Papal militia. Imprisoned in the Torrone Prison in Bologna, they endured frequent torture and interrogations. Zamboni hung himself in his cell, while De Rolandis was tried, condemned to death, and executed on April 23, 1796, in the Montagnola della Piazza del Mercato di Bologna.

Several months later on June 19, Napoleon Bonaparte entered Bologna, putting and end to the Papal State, liberating its political prisoners, and ordering that the memory of Zamboni and De Rolandis be honored by placing the ashes of the two martyrs atop the Colonna della Liberta, a 23-meter pillar erected in the Montagnola. His order was carried out on Jan. 7, 1798.

De Rolandis and Zambone were the creators of the tricolor ribbon insignia, which later evolved into the Italian flag.

-Ito de Rolandis (Asti 1934) is the author of novels and prized books such as : "Giovanni XXIII il Papa Buono", "Torino Dopoguerra, 1945-'55", "Cara e Vecchia Torino", "Oltre la cronaca", "Attacco alla Sindone", "Enrico Berlinguer", "Maria Jose", "Europa Anno zero", "La terra sconfitta", "Misteri e realta' della Sindone", "L'origine del tricolore", "Nel nome di Asti", "Cronache dell'impossibile" e "Misteri" (paranormal episodes examined by recognized experts). We remember his as "Prince of the Journalists" at the daily "La Gazzetta del Popolo" in Turin.

In the photo, from left, Lorenzo Fornaca, Ito De Rolandis, Angelo Marengo, wife and son of De Rolandis, Antonio De Bonis and Mariangela Cotto.

Translation by Bill Montiglio.

"Orgoglio Tricolore", volume scritto da Ito De Rolandis (ed. Se.di.co di Lorenzo Fornaca, 374 pagine), e' stato presentato al castello di Castell'Alfero a pochi passi dalla casa dove nacque "Gio" Battista De Rolandis considerato il "primo martire del Risorgimento". L'autore Ito e' discendente del patriot, e' scrittore e noto giornalista. Al dibattito hanno partecipato anche il vicepresidente del consiglio regionale Mariangela Cotto e il Prefetto di Asti Antonio De Bonis.

In una teca era esposta la coccarda tricolore, la prima insegna italiana cucita a mano da Brigida, la zia di Luigi Zamboni, amico bolognese di Gio' De Rolandis, nel 1794. Un libro che e' un motivo di orgoglio per i monferrini come ha precisato il sindaco di Castell'Alfero Angelo Marengo.

-Giovanni Battista Gaetano De Rolandis (Castell'Alfero, 24.6.1774 -- Bologna, 23.4.1796) si reco' dal Monferratoa Bologna per studiare nel Collegio della Viola. Il 14 novembre 1794 con il bolognese Luigi Zamboni ed altri compagni, organizzo' un'insurrezione della citta' per liberarla dall'oppressione pontificia; la sommossa fu preceduta dalla distribuzione di manifesti e coccarde tricolori. Fallito il tentativo, De Rolandis e Zamboni fuggirono verso l'Appennino ma vennero catturati dalle milizie papali.

Segregati nel carcere bolognese del Torrone, subirono numerose torture ed interrogatori. Lo Zamboni si suicido' impiccandosi nella sua cella mentre il De Rolandis fu processato e condannato a morte con sentenza eseguita il 23 aprile 1796 sulla Montagnola della Piazza del Mercato di Bologna.

Pochi mesi dopo, il 19 giugno 1796 Napoleone Bonaparte entra a Bologna ponendo fine allo Stato Pontificio; ordina la liberazione dei prigionieri politici e fornisce disposizioni affinche' la memoria di Zamboni e De Rolandis sia celebrata; ordina che le ceneri dei due martiri siano issate sulla sommita' della Colonna della Liberta', alta 23 metri ed eretta sulla Montagnola; cosa che avvenne il 7 gennaio 1798.

A G.B. De Rolandis ed allo Zamboni si deve l'ideazione della coccarda tricolore che diverra' poi la bandiera italiana.

-Ito de Rolandis (Asti 1934) e' autore di saggi e libri di pregio come: "Giovanni XXIII il Papa Buono", "Torino Dopoguerra, 1945-55", "Cara e Vecchia Torino", "Oltre la cronaca", "Attacco alla Sindone", "Enrico Berlinguer", "Maria Jose'", "Europa Anno zero", "La terra sconfitta", "Misteri e realta' della Sindone", "L'origine del tricolore", "Nel nome di Asti", "Cronache dell'impossibile" e "Misteri" (episodi del paranormale nell'interpretazione di eminenti studiosi). Personalmente noi lo ricordiamo anche come "principe dei cronisti" al quotidiano "La Gazzetta del Popolo" di Torino.

Nella foto, da sinistra Lorenzo Fornaca, Ito De Rolandis, Angelo Marengo, moglie e figlio di De Rolandis, Antonio De Bonis e Mariangela Cotto.

--Luigi Angelino (Foto by Claudio Galletto)



FUBINESE EMIGRATION DOCUMENTED

After years of research in the United States, Great Britain and Italy, Monferrini.com Webmaster Bobby Tanzilo has published his second book, "L'ombra dla me ca: Documenti dell'emigrazione fubinese" ("The Shadow of My Home: Documents from the Fubinese Emigration"), in a bilingual Italian/English edition published by Alessandria's Edizioni dell'Orso. The book, which draws heavily on interviews with emigrants and their children also includes numerous historical photos and also some related materials including member lists of the Fubinese Society of New York and of Connecticut.

Copies may be ordered directly from the publisher here for 12 Euro or from the author for $15.



IL MONFERRATO'S DUOMO GUIDE PRESENTED

On Tuesday, Dec. 4, 2007, under the vaulted ceiling of the basilica of Sant'Evasio in Casale, there was a presentation of "The Duomo: A Voyage of 900 Years," the libro published by the Il Monferrato newspaper of Casale. In addition to the authors Luigi Angelino (at left in the photo above) and Dionigi Roggero (center in photo), there were talks by provincial president Paolo Filippi, the diocesan administrator (who is standing in as bishop) Mons. Antonio Gennaro (at right in the photo), Casale's mayor Paolo Mascarino, Il Monferrato director Marco Giorcelli and the duomo's priest Father Portalupi.

Carlo Lepri, prior of the Evasian Confraternity, read, in a moving homage, the preface of the book, written by the bishop, Mons. Germano Zaccheo, who died suddenly last month while on pilgrimage in Spain: "the vast material available with the restorations were brought together in this guide that accompanies the visitor in discovering the building; it is a work enriched by notable experts."

In closing, Mons. Gennaro bestowed a medal commemorating the Duomo's 900th anniversary on the authors. The guide is available as a gift to subscribers to Il Monferrato and for sale via the paper's Web site.



Martedi' sotto le grandi volte della basilica evasiana di Casale si e' tenuta la presentazione de "Il Duomo, un viaggio di novecento anni", il libro strenna de "Il Monferrato". Oltre agli autori, Luigi Angelino e Dionigi Roggero, sono intervenuti il presidente della Provincia Paolo Filippi, l'amministratore diocesano (svolge la funzione di vescovo) mons. Antonio Gennaro, il sindaco di Casale Paolo Mascarino, il direttore de "Il Monferrato" Marco Giorcelli, il parroco del Duomo don Evasio Portalupi.

Ha presentato Carlo Lepri, priore della Confraternita evasiana, che ha letto, come commosso omaggio, la prefazione che al libro aveva concesso il vescovo mons. Germano Zaccheo, recentemente scomparso: "...il vasto materiale disponibile coi restauri e' stato riunito in questa guida che accompagna il visitatore alla scoperta dell'edificio, opera arricchita anche da notevoli esperti...".

Al termine mons. Gennaro ha donato agli autori la grande medaglia del nono centenario del Duomo.

(Photo by Furlan)



APOSTOLO DIARIES PUBLISHED

"Questo libro non riscrive la storia d'Italia, ma aiuta a rivalutare, e di molto, agli occhi dell'opinione pubblica, la figura di Pietro Badoglio". Con queste parole l'editore Giorgio Bertella ha esordito alla presentazione del libro di Pietro Apostolo "La lunga strada per Genova", svoltasi domenica 4 novembre a Grazzano Badoglio presso il Centro culturale che si intitola all'illustre grazzanese.

Apostolo, militare di carriera della Regia Marina nato a Genova da famiglia oriunda del Monferrato, nel periodo dal settembre 1943 all'aprile 1945 e' stato ufficiale di collegamento tra il governo italiano (di Badoglio prima, e poi di Bonomi) e la Commissione Alleata di Controllo, organismo voluto dagli angloamericani per verificare l'applicazione da parte dell'Italia delle clausole dell'armistizio.

Nel volume, che e' un "diario di guerra", Pietro Apostolo ha annotato tutti i fatti accaduti durante il suo servizio, le ricorrenze ufficiali, gli incontri con i comandanti alleati (in particolare, l'ammiraglio Ellery Stone, capo della Commissione), le annotazioni di costume, le proprie ansie circa la sorte dei famigliari di cui non sapeva piť nulla da mesi.

Alla presentazione, introdotta da Alessandro Allemano, presidente del Centro culturale "Pietro Badoglio" e direttore del Museo Storico Badogliano, era presente la curatrice Maura Maffei, che ha precisato come la sua opera sia stata quella di trascrivere (e spesso, prima, decifrare) il diario, senza ulteriori commenti personali, lasciando al lettore il piacere di scoprire le notizie che affiorano giorno per giorno da quelle pagine.

Durante la manifestazione e' stato letto un intervento inviato dallo scrittore Eugenio Corti (autore, tra l'altro, del bellissimo romanzo "Il cavallo rosso"): Corti ha voluto precisare l'importanza dei governi guidati dal Maresciallo Badoglio per garantire la continuita' dello Stato legittimo e la riscossa nazionale attuata mediante la cobelligeranza antitedesca.

Questi stessi concetti sono poi stati ribaditi da Oddino Bo, ex parlamentare e consigliere del Centro culturale, il quale ha riaffermato l'importanza dell'azione congiunta delle forze armate regolari e delle formazioni partigiane spontanee sorte in prevalenza nell'Italia settentrionale occupata dai nazifascismi.

Alla cerimonia era presente Alessandro Badoglio, nipote del Maresciallo, che ha apprezzato il breve riferimento fatto da Apostolo alla figura del padre Mario, catturato dai tedeschi nel 1944 e deportato in Germania.

Al termine della presentazione e' stato possibile visitare il Museo, recentemente arricchito da nuove acquisizioni e che ha fornito parecchie delle illustrazioni che compaiono nel libro.



CRAL Foundation completes trilogy

The Foundation of the Cassa di Risparmio di Alessandria has published a stunning new hardcover, slipcased book that is the third in its trilogy, "Studies on the History and Territory of the Monferrato."

"Monferrato: I segni della Modernita'" (Signs of Modernity), edited by Valerio Castronovo, Vera Comoli and Elio Gioanola, is lavishly illustrated and beautifully printed, but it is the essays on topics like the political scene, the people of the Monferrato, industrial architecture, urban transformation and other themes that make the book important.

The essays show that the area is more than lovely landscapes interlaced with vineyards and corn fields; more than delicious wine and hardworking contadini. The Monferrato is a vibrant zone boldly facing the future while eagerly embracing its past.

The first volume in the series, "Monferrato: Un paesaggio di castelli," was published in 2004 and the second, "Monferrato: Identita' di un territorio," followed in 2005.

The Web site for the CRAL Foundation is fondazionecralessandria.it.



Alemanno turns his attention to Sala

Alessandro Allemano is a Monferrato historian who wears many caps, working in the archive at Penango, directing the Badoglio Museum in Grazzano and working on a number of projects in Moncalvo, including the Moncalvo Pages magazine, to name a few.

In 2004, he published his massive and in-depth history of Penango, with information gleaned from his work organizing the town's archive. Alemanno did the same work in Sala Monferrato and that has led to his new book, "Storie e Memorie della Sala: Sala Monferrato nei secoli," which he will publicly launch on Sept. 10 in the church at Sala.

At the event, Alemanno will be interviewed by journalist Dionigi Roggero and the town's newly-polished archive will be officially inaugurated in its new home. The 570-page book draws on countless documents found in the archive but Allemano also interviewed Sala residents with long memories and so the book is more than a dry recitation of facts.

For more information or to order a copy, contact the author at alessandro.allemano@libero.it.



Giancarlo Libert presenta
"Astigiani nella Pampa"

L'emigrazione dal Piemonte, dal Monferrato e dalla Provincia di Asti in Argentina" e' stato presentato presso il Salone della settecentesca Villa Toso a Tonco in gennaio 2006. Nel corso della serata e' anche stato proiettato un filmato sull'emigrazione piemontese in Argentina.

Il volume e' edito dalle Associazioni Amici degli Archivi piemontesi e Nostre Origini e tratta il fenomeno migratorio italiano verso l'Argentina, in particolare quello degli astigiani e dei monferrini nelle nazioni sudamericane.

"Astigiani nella Pampa" puo' esser suddiviso in due parti: la prima, piu' generale, inquadra il fenomeno migratorio italiano e l'avvio dei rapporti diplomatici tra la Confederazione Argentina e Regno di Sardegna. La seconda parte, invece, e' dedicata all'emigrazione astigiana, a partire da quella medievale in Europa, sino a giungere alle relazioni degli intendenti della provincia riguardanti l'emigrazione tra sette e ottocento.

Seguono numerose biografie di emigrati astigiani e monferrini in Argentina; importanti le pagine dedicate al naufragio del piroscafo Sirio in cui morirono molti monferrini con le indicazioni dei loro nomi e cognomi. L'opera dei missionari salesiani e' descritta attraverso alcune figure come quelle del cardinal Giovanni Cagliero e di monsignor Giuseppe Fagnano.

Una curiosita': nel 1872 padre Antonio Guazzetti, curato di Castel San Pietro Monferrato, frazione di Camino firma un contratto per organizzare nella provincia di Cordoba una colonia. Nasce cosi' Marengo Monferrina o Marengo Monferrati. "Il lavoro, in particolare nella viticoltura, e' duro, l'adattamento difficile ma il contadino monferrino e' tenace -- commenta Libert -- tanto da meritarsi un elogio che il console Notari nel 1907 invio' al governo italiano". Ma quando le grandi ondate migratorie si intensificano, nella capitale Buenos Aires si sono gia' tracciate le premesse per un grande Museo della Storia Naturale. A dare i natali al suo fondatore nel 1793 e' stato proprio il piccolo paese di Tonco dove e' cresciuto, prima di studiare medicina e di vedersi costretto all'esilio per evitare le repressioni dei moti del 1821, Carlo Giuseppe Ferraris, uno dei piu' illustri e fra i primi emigranti monferrini in Argentina. Qui ricevette l'incarico di direttore del museo gia' costituito ma non ancora effettivamente in funzione. Una vita di lavoro, studio e di grandi incontri (fra gli altri, Alcides D'Orbigny e Charles Darwin). (--Luigi Angelino)

English version coming soon.



A new work in Piemonteis from Lu Monferrato

The new year has begun well at Lu Monferrato (in the province of Alessandria). The Association San Giacomo has presented Franco Zaio's new book, "A l'e' 'n darmagi," a beautiful work in the Piedmontese language. "A l'e' 'n darmagi" means "it's a shame, an unpleasantness" and is a compassionate expression that demonstrates love for things of the past. It's appropriate that the book is published by the Associazione San Giacomo -- named for the town's patron saint -- which works hard on one of the most important activities, the historical research and celebration of the culture of Lu. Lu was a "terra gramma," a land from which the people had to distance themselves in desperation to seek fortune elsewhere in the world, but also a land of tough people that with sacrifice, knew how to succeed and create richness from the land. But also the culture of the Monferrato is one of the benchmarks of the people of this land and the association has a rich Web site, http://www.associazionesangiacomo.it, with great historical and cultural information on Lu Monferrato. Visiting the site, you will discover that the "frazione" of Cuccaro was the hometown of the Columbus family and the birthplace of Christopher Columbus."

A Lu Monferrato (Alessandria) il 2006 e' cominciato bene. In questi gironi la Associazione San Giacomo ha presentato il nuovo libro di Franco Zaio "A l'e' 'n darmagi", un bel lavoro in lingua piemontese. "A l'e' 'n darmagi" significa "e' un peccato, un dispiacere " ed e' una espressione compassionevole che dimostra l'amore per le cose passate e il piacere di averne cura proprio come fa' l'Associazione San Giacomo, il santo patrono del paese, che lavora con grande impegno ed una delle sue attivita' piu' importanti e quella della ricerca storica e della valorizzazione della cultura del paese. Lu Monferrato e' stata "terra grama", terre cioe' da cui la gente e' dovuta allontanarsi con disperazione cercando fortuna nel mondo ma anche terra di gente dura che con il sacrificio ha saputo dominare e rendere ricca questa terra. Ma anche la cultura del monferrato e' uno dei capisaldi della gente di queste terre e l'associazione ha un ricchissimo sito, http://www.associazionesangiacomo.it con grande documentazione storica e culturale sul Lu Monferrato. Visitando il sito scoprirete che nella frazione Cuccaro ha origine la famiglia Colombo da cui e' nato Cristoforo Colombo scopritore dell'America. (Luigi Dellacroce)



Ferraris recounts early history
of Vignale

In his book "Vignale e il Monferrato dale origini al 1713" Carlo Ferraris explores the early history not only of the lovely wine town of Vignale
but of the entire Monferrato. He examines the documents and the stories
that explain how the town developed in the context of the entire zone.

It is the story of lords and wars but also of every day people and their
hard work. The scholarly and readable work is punctuated with many illustrations in color and in black and white.

You can obtain a copy of Carlo Ferraris' book via Enzo Bussi's Asti Libri.



Stunning volume shines a light under the Monferrato

Carved out of the tufa throughout the Monferrato are Infernot or wine cellars that were more than just storage for the year's vintage. They were also gathering places and tangible evidence of the creativity and ingenuity of our ancestors. These infernot were usually dug by hand by their owners.

This lovely book focuses on examples in Camagna, Cella Monte, Frassinello, Olivola, Ottiglio, Ozzano, Rosignano and Treville and includes color photos, maps, detailed information about each infernot and more.

"Infernot: Forme ed espressioni scavate nella Pietra da Cantoni" is a project of Casale's Istituto Superiore Statale Leardi, where teachers and students worked together on the project. It is published by the Ecomuseo della Pietra da Cantoni, which is linked to the Parco di Crea and the Commune of Cella Monte.

Since the book will likely be difficult to find outside Italy, you can read it all in PDF form on their Web site. But if you want a hard copy, send them a note and they can likely get you one.


Asti's journalism dean shares stories of days past

"Ieri, in campagna" is a collection of narratives about the lives of peasants in Mongardino between 1930 and 1945, when people lived with dignity amid poverty. The stories are real one and are well-written and passionate; they are the work of a man in love with his land and with his people.

That man, the author os Luigi Garrone. Born in 1924 Garrone studied languages and literature at the University of Turin and worked for 34 years at Way-Assauta. He lives in Asti, is married and has two children. He is the dean of journalism in Asti, having begun his work in 1944 as the director of the clandestine newspaper La Campana. In the '50s he was director of Notiziario Agricolo and for 20 years was the director of the weekly Astisabato. He is currently the Asti corrispondent for the Ansa news agency, Rai and the newspapers, Il Giornale, Corriere della Sera and il Sole 24 Ore. He has written many books.

Available from Enzo Bussi's www.astilibri.com.




Allemano's book recounts history of Penango

Published by the Comune di Penango, Alessandro Allemano's history of the commune, instituted in 1704, includes many photos, including 16 pages of color shots of the lovely little hamlet and its stunning Magnocavallo-designed church. At 450 pages, the book exhaustively discusses community life, public instruction, religious life, military history, historic cascine, the town's families -- both noble and otherwise -- and cognomi and much more. Click here to contact Alessandro.


Ticineto tells the story of Fubine

Fubinese-born Stefano Ticineto has dedicated countless hours of research
to the study of the history of his birthplace. The result is four books -- so far
-- in a projected series that will present the history of Fubine until World War II.

The first books have appeared over the past five or so years.
Storia di Fubine nel Medioevo, Fubine e il Monferrato dal 1537 al 1659,
in two volumes and Cappuccini e Carmelitani nel Basso Monferrato:
I conventi di Fubine nel tragico XVII secolo, are available from the author
himself for 12 Euros each (Stefano Ticineto, via Lichene 13, 17043
Carcare SV Italia). You can also buy each of the two parts of Fubine
e il Monferrato dal 1537 al 1659 from Enzo Bussi's www.astilibri.com.

We encourage you to check out these wonderful labors of love. Mr. Ticineto
earns nothing from them and the cost of the books barely covers his cost of printing and shipping them, to say nothing of the work put into writing them. Your support now will allow him to continue working on the series, which will be a valuable document for Monferrini everywhere.


Monferrato booklist
Here is a list of books about the Monferrato. Some are novels, most are history books. If you know of others, please send along the info and we'll add it. This list will be updated shortly with more titles. Alas, English-speakers, most of the books, as you might expect, are in Italian.

The best source for books about the Monferrato is AstiLibri.

100 Anni di sport nel Monferrato, Marco Giorcelli, Editrice Il Monferrato, Casale (2008)

23 Days in the City of Alba, Beppe Fenoglio, Steerforth (2002)

A l'e' 'n darmagi (in dialetto di Lu), Franzo Zaio, Associazione San Giacomo, Lu Monferrato (2006)

Gli abati di San Bartolomeo, Sergio Nebbia, Viglongo (1995)

Acqui citta' antica del Monferrato, Luca Probo Blesi, Tortona (1614) reprinted by Forni (2000)

Addio mia bella addio: Dogali, 26 gennaio 1887, Maurizio Casarola, Edizioni Arterigere, Varese (2012)

Al Me Pais: Canti Monferrini, Vincenzo Buronzo, Edizioni d'Arte, Moncalvo, (2003, ristampa)

Al mi dialett: Divagazioni dialettali felizzanesi, Vanni Ramponelli, Comune di Felizzano (2004)

Alps and Sanctuaries of Piedmont, Samuel Butler (1881)

L'amore e l'eresia: Una storia in Monferrato nel 1848 (romanzo/novel), Pier Massimo Prosio, L'Artistica Editrice, Torino (2008)

An Absurd Vice: A Biography of Cesare Pavese, Davide Lajolo, New Directions (1983)

And No Quarter: An Italian Partisan in World War II, Memoirs of Giovanni Pesceransld by Frederick M Shaine, Ohio University Press (1972)

L'anima delle vigne "Casot", a cura di Pier Luigi Bassignana, Fondazione Cassa di Risparmio di Asti, Asti (2005)

Annali del Monferrato (951-1708), 2 volumes, Aldo Di Ricaldone (1987)

Annali Di Gabriel Giolito De' Ferrari Da Trino Di Monferrato Stampore In Venezia, Salvatore Bongi, Presso I Principali Librai (1890) reprinted Martino Mansfield Centre, CT (2000)

Architetture di otto secoli del Monferrato, Vittorio Tornielli, Stab. Arti Grafiche (1963)

Aria Nostra: Rime in dialetto Fubinese con prefazione di Umberto Ferraris, Ernesto Rossi, Grandi, Torino (1956), Edizioni dell'Orso, Alessandria (2003)

L'arte a Casale Monferrato dal XI al XVIII secolo, Noemi Gabrielli, Miglietta, Milano and Co. (1935)

Arte e Cultura ad Asti Attraverso I Secoli, Noemi Gabrielli, Istituto Bancario San Paolo di Torino (1977)

Asti e Monferrato: Le colline del vino, a cura di Elio Archimede, Sagittario Editore, Asti (1992)

Asti e Monferrato. Un secolo e mezzo con la Cassa di Risparmio, Sandro Doglio, Cassa di Risparmio di Asti, San Giorgio di Montiglio (1992)

Asti nel sette-ottocento: Lineamenti di storia astigiana nei secoli XVIII-XIX, Giuseppe Crosa, Gribaudo, Asti (1993)

Astigiani nella Pampa: L'emigrazione dal Piemonte, dal Monferrato e dalla provincia di Asti in Argentina, Giancarlo Libert, Amici Archivi Piemontesi (2005)

Belvedere il Monferrato, Amilcare Barbero, Marco Giorcelli, Chiara Natta, Mario Palenzona, eds., Editrice Il Monferrato, Casale Monferrato (2009)

Canti popolari monferrini, Giuseppe Ferraro, Ermano Loescher (1870)

Cappuccini e Carmelitani nel Basso Monferrato: I conventi di Fubine nel tragico XVII secolo, Stefano Ticineto, G.Ri.F.L., Cairo Montenotte (SV) (1999)

La Caretta, Luigi Reposo, Opero per Ozzano, Ozzano Monferrato (2004)

Castelli del Monferrato Meridionale,nella provincia di Alessandria, G. Pistarino, Cassa di Risparmio di Alessandria (1970)

Castelli del Monferrato Settentrionale: Nella Provincia Di Alessandria, Luigi Baudoin, Alessandria Cassa Di Risparmio (1967)

I castelli di Piemonte, Rosella Seren Rosso, Gribaudo (1999-2003), Volume I: Cuneo, Volume II: Asti/Alessandria

I castelli sulle vie del vino, testo di Ivana Bologna con fotografie di Gian Luigi Albezzano, Alberto Catelli, et. al., Diffusione Immagine Editore, Asti (2005)

Catterina (romanzo), Laurana Lajolo, Editore Impressioni Grafiche, Acqui Terme (2002)

Cesare Pavese and America: Life, Love and Literature, Lawrence G. Smith, University of Massachusetts Press, Amherst, Mass. (2008)

Le chiese romaniche delle campagne astigiane, Provincia di Asti (1984)

La Cittadella di Casale. Da fortezza del Monferrato a baluardo d'Italia 1590-1859, Anna Marotta, ed. , Cassa di Risparmio di Alessandria (1990)

Contadini e soldati valorosi: Memorie conzanesi, fotografiche e non, in grigioverde, Franco Scarrone, Comune di Conzano (2009)

Convenzioni e statuti pell'estirpamento dei berrovieri e dei ladri dal Monferrato, Canavese, vercellese e Pavese nei secoli XIII e XIV, Antonino Bertolotti, Torino (1871) reprinted by Forni (2000)

A Crime of Honor, Giovanni Arpino, George Braziller (1963)

Corrado di Monferrato: L'Italiano che sconfisse il Saladino, Francesco Cordero di Pamparato, Pietro Pintore Editore, Torino (2008)

La Critica al Municipiu d' Casa, Tomaso Denaldi, Sacerdote, Moncalvo (1913)

Cronaca del Monferrato, Benvenuto Sangiorgio, Torino (1780) reprinted by Forni (2000)

La Cuestion de Monferrato (1613-1618), Antonio Bombandiacute;n Pandeacute;rez, Valladolid Colegio Universidad de Alava (1975)

Cultura popolare valenzana. Canti proverbi testimonianze, Franco Castelli, Alessandria, Edizioni dell'Orso, (1982)

Da Grixano a Portacomaro Stazione: La Storia di un angolo di Monferrato, Carlo Borgna, Gribaudo/Fornaca (2004)

La danza contro il tiranno. Leggenda, storia e memoria della "Lachera" di Rocca Grimalda, Franco Castelli, Comune di Rocca Grimalda, Accademia Urbense, Ovada (1995)

The Devil in the Hills, Cesare Pavese, Noonday Press (1959)

Don Gonzalo Fernandez de Cordoba y la Guerra de Sucesio'n de Mantua y del Monferrato (1627-1629), Manuel Fernandez Alvarez, CSIC, Escuela de Historia Moderna (1955)

Dun Gunela: Puesij, a cura di Teresio Malpassuto, Comune di Villadeati (2007)

Il Duomo di Casale Monferrato: Un viaggio di novecento anni, Luigi Angelino e Dionigi Roggero, Editrice Il Monferrato, Casale (2007)

Dust Roads of the Monferrato (Strade di Polvere), Rosetta Loy, Alfred A. Knopf (1991)

Gli Ebrei di Moncalvo, Emanuele Luzzati, Communita' Ebraica di Casale, Casale Monferrato (2005)

Ebrei piemontesi: The Jews of Piedmont, Yeshiva University Museum, New York (2008)

Feltrinelli: A Story of Riches, Revolution and Violent Death, Carlo Feltrinelli, Harcourt (2002)

Firmamento Nerostellato: I primi 90 anni del Casale Calcio: 1909-1999, Editrice Il Monferrato, Casale (1998)

Folklore Monferrino, Agostino Barolo, Provincia di Asti (1998)

Foto e memoria di un paese di collina: l'archivio fotografico dell'Associazione San Giacomo di Lu, Michele F. Fontefrancesco ed Elia Ranzato, Quaderno d'Arte Luese numero 3, Associazione San Giacomo Lu: 2012

Fotografi nel Piemonte, 1852-1899 (1977)

Fubine 1880-1945: Una comunita' contadina fra tradizione e innovazione, F. Castelli and M.L. Ghezzi, Edizioni dell'Orso (1986)

Frinco: Storia, Cronache, Immagini, Giovanni Varesio, Edizioni Amico, Asti (1999)

Fubine ed il Monferrato dal 1537 al 1659, Volume I, Stefano Ticineto, G.Ri.F.L., Cairo Montenotte (SV) (2000)

Fubine ed il Monferrato dal 1537 al 1659, Volume II, Stefano Ticineto, G.Ri.F.L., Cairo Montenotte (SV) (2001)

Il Furto alla Madonna di Crea, Tomaso Denaldi, Sacerdote, Moncalvo (1910)

Il giardino storico nell'Astigiano e nel Monferrato, Elena Accati, Renato Bordone and Marco Devecchi, Provincia di Asti (2000)

I Gonzaga duchi di Mantova, marchesi e duchi del Monferrato (1530-1627), Roberto Gianolio (1997)

Graffiti, iscrizioni e figurazioni incise sulla pietra da cantoni, Carlo Aletto, l'Ecomuseo della Pietra da Cantone a Cella Monte (2004)

Le grande e la piccola guerra (storia di un gruppo di ragazzi a San Salvatore Monferrato), Elio Gioanola, Editrice Santa Quaranta, Treviso (1995)

Guida di Fubine Monferrato: Natura, Storia, Arte, Cultura, Turismo, Economia, Personaggi, Gian Luigi Ferraris, Edizioni dell'Orso, Alessandria (2010)

La Guida del Monferrato, Luigi Angelino, et. al., Editrice Il Monferrato, Casale (2000 e nuova edizione 2005)

Guido da Costigliole, Mario Busso and Carlo Vischi, Gribaudo (2002)
History of Piedmont (three volumes), Antonio Gallenga, Chapman and Hall, London (1855)

I pas ant l'erba, Giovanni Rapetti, a cura di F.Castelli, Mondovi', All'insegna del Moro, (1987)

Ieri, in campagna, Luigi Garrone (2005)

In nome della croce (romanzo/novel), Claudio Galletto, Cult Editore, Firenze (2009)

Infernot: Forme ed espressioni scavate nella Pietra da Cantoni, a cura di Ilenio Celoria e Paolo Ceresa, Istituo Superiore Statale Leardi, Ecomuseo della Pietra da Cantoni, Cella Monte (2005)

Invito al Monferrato, R. Griglie, Viglongo (1965/1976)

Italian Culture, A View from America, Peter and Sylvia Dorato, TSI Press (2001)

La lingua piemontese, Bruno Villata, Losna e Tron

Lader da stelji (poesie), Teresio Malpassuto, Centro Studi Don Minzoni-Ca d‘ Studi Pinin Pacot, Torino (2007)

Longobardi in Monferrato, Archeologia della Iudiciaria Torrensis, a cura di Egle Micheletto, Citta' di Casale, Museo Civico e Gipsoteca Bistolfi (2007)

Missione 1817: 9 Agosto 1944 - La caduta di un P-47 a Villanova Monferrato, Angelo Baroni, Comune di Villanova Monferrato (2005)

Mombaruzzo nella storia del Monferrato, Giuseppe Scaletta, Comune di Mombaruzzo (1985)

Momenti di Vita Quotidiana nella Valcerrina dell'Ottocento, Luigi Calvo, Associazione Idea Valcerrina, Cerrina Monferrato (2010)

Moncestino e dintorni 1940-1946: Storia e memorie, a cura di Maria Teresa Pozzo e Marilena Vittone, ISRAL, Alessandria (2007)

Monete dei Paleologi Marchesi di Monferrato, Domenico Promis, Torino (1858) reprinted by Forni (2000)

Monferrato: uno Stato Europeo, Roberto Maestri, Palazzo del Monferrato, Alessandria (2010)

Il Monferrato. Poema drammatico cavalleresco in 4 atti, N. rambaldo di Vaqueiras Berrini, A. Mondadori (1922)

Monferrato: identita' di un territorio, AA.VV., Cassa di Risparmio Alessandria (2005)

Monferrato: i segni della modernita', AA.VV., Cassa di Risparmio Alessandria (2006)

Monferrato tra Po e Tanaro: Guida Storico-Artistica dei suoi comuni, 2 volumes, Aldo Ricaldone, Gribaudo/Fornaca (1998-1999)

The Monkey's Wrench (La Chiave a stelle), Primo Levi, Penguin (1995)

The Moon and the Bonfires (La luna e i falo'), Cesare Pavese, Farrar Straus and Young (1953)

Murisengo nello spazio, nel tempo, nella storia, Rino Mandrino, Edizioni Amico, Murisengo, 1987 (ristampato 2008)

Much Depends on Dinner (or The Table Cloth Game), Peter J. Robotti and Frances Robotti, Fountainhead Publishers, New York (1961)

Musei da scoprire, Il Piccolo, Alessandria (2006)

Odalengo Piccolo e la sua gente, Giancarlo Caramellino, Centro Salesiano San Domenico Savio Editore, Arese Milanese (2003)

L'ombra delle colline, Giovanni Arpino, Marsilio (1964)

L'ombra dla me ca: documenti dall'emigrazione fubinese, Robert Tanzilo, Edizioni dell'Orso (Alessandria) 2008

Il paessaggio astigiano: Identita', valori, prospettive, Osservatorio del Paessaggio per il Monferrato e l'Astigiano, a cura di Marco Devecchi e Mauro Volpiano, Fondazione Cassa di Risparmio di Asti, Asti (2008)

Parlamento del Monferrato, Annibale Bozzola, Nicola Zanichelli (1926)

Il Partigiano Johnny, Beppe Fenoglio, Einaudi (1968)

The Periodic Table, Primo Levi, Schocken (1995)

I peccati in piazza. Bosinate carnevalesche in Piemonte, Franco Castelli, Istituto per la storia della resistenza e della societa' contemporanea in provincia di Alessandria-Centro di cultura popolare "G.Ferraro" (1999)

Piedmont and the English, Peter Nichols (1967)

Piemonte Vigneto Tutto DOC, Angelo Di Giacomo e Paolo Visona', Vignaioli Piemontesi (2002)

Pilgrim's Pride, Marie Chay, Dodd Mead (1961)

A Private Matter, Beppe Fenoglio, American University Studies Series II, Vol. 70 (1968)

Profili e immagini di Casalesi, Emanuele Luzzati e altri, Edizioni Sonda, Casale Monferrato (2008)

Quadret e tipi Monfrinn, Cesare Vincobio, Bellatore e Bosco, Casale Monferrato (1926)

Quando c'era la corriera: Tra le colline del Monferrato, Adriano Vanara, Edizioni dell'Orso, Alessandria (2008)

Quando I tetti erano bianchi: Casale e il Basso Monferrato dal Fascismo alla Resistenza, Fabrizio Meni, Edizioni dell'Orso, Alessandria (2000)

Ra memoria dra steila, Franco Castelli (a cura di), Giovanni Rapetti, Alessandria, Edizioni dell'Orso, (1993)

La ragazza di Casalmonferrato, Giuseppe Bonaviri, La Cantinella (ristampa), Catania (2009)

Ricette di Osterie e Ristoranti del Monferrato, a cura di Paola Gho e Giovanna Ruffa, Slow Food Editore, Bra (1997)

Roero, Langhe, Monferrato. Le quattro stagioni, Sebastiano Vassalli (1995)

Ruin, Beppe Fenoglio, Marlboro Press (1992)

The Saglios of Glastonbury, Hugo T. Saglio, self-published, Connecticut (1994)

Sardi's: The Story of a Famous Restaurant, Vincent Sardi, Sr. and Richard Gehman, Henry Holt and Company, New York (1953)

Scandeluzza tra storia e memoria, A.G. Alessio, P. Cognasso, R. Fenoglio, P. Schiaffino, Espansione Grafica, Castell'Alfero (2008)

Storie e Memorie della Sala: Sala Monferrato nei secoli, Alessandro Alemanno (2006)

Un Secolo di Monferrato, Editrice Il Monferrato, Casale (2000)

I Segni del Tempo: Cultura Contadina Astigiana, Franca Garesio Pelissero, Omega Edizioni, Torino (2003)

Sera d'autunno in Monferrato, Vincenzo Buronzo, Editore Aleramica, Moncalvo (1954)

Signor Roy: An Englishman brings prosperity to a peasant community (Odalengo Piccolo) in Italy, Roy MacGregor-Hastie, Frederick Muller, Ltd., London (1965)

La Solera d'Vignal, Tomaso Denaldi, Sacerdote, Moncalvo (1910)

Spirit Munfrin: Antologia di poesie, busina' e canti dialettali del Monferrato Casalese, a cura di Elio Botto, Teresio Malpassuto, Giorgio Milani, Citta' di Casale Monferrato (2003)

Storia del Monferrato, Domenico Testa, edito da Gribaudo e SE.DI.CO. (1997)

Gli Statuti di Moncalvo, con il Diploma di concessione del titolo di Citta' (1705) e le Patenti di conferma (1774), Alessandro Allemano, Antonio Barbato, Amalia Soligo, Citta' di Moncalvo (2005)

Storia del Monferrato: Le origine, il Marchesato, il Ducato, Carlo Ferraris, G.R.I.F.L. (2006)

Storia di Asti, Lodovico Vergano, Gribaudo (1990)

Storia di Fubine nel Medioevo dale origini del Monferrato all'anno 1536: nell'ambito delle vicende del Monferrato e delle zone limitrofe e nel contesto delle situazione e degli eventi nazionali ed europei, Stefano Ticineto, G.R.I.F.L. (1997)

Storia di Penango, Alessandro Allemano, Comune di Penango (2004)

Tenebre sul Monferrato, note e appunti sul tempo dei lupi di Enrico Martinetto, Gastaldi Editore, Milano (1972)

Terra Soffice Uva Nera: Vitivinicoltori piemontesi in California prima e dopo il Proibizionismo, Simone Cinotto, Otto Editore, Torino (2008)

Terroristen. La brigata Valle Stura, la piu' decorata al valor militare, A. Ferrero (1996)

Tigliole 2005: le ricorrenze, Silvano Cerrato, Comune di Tigliole D'Asti (2005)

Tonco: Origini e tradizioni, Ufficio Comunali di Tonco (2004)

Tra Gesso e Stura. Realta', natura e storia di un ambiente fluviale, various, Ed. Artistica Piemontese

Uomini, Collina e Vigneto in Piemonte, Da Meta' Ottocento agli Anni Trenta, Vittorio Rapetti, Edizioni Dell'Orse (1984)

Uomini di Miniera: La calce e il cemento in Ozzano dei Sosso ai tempi nostri, E. Foresto, V. Pansecchi, G. Zavattaro, Opero per Ozzano, Ozzano Monferrato (1999, 2nd ed. 2002)

Uomini e Cose del Monferrato (1975)

La valle del Torrente Versa ed i suoi Castelli, Generale Edoardo Dezzani, Scuola Tipografica S. Giuseppe (1959)

Il vecchio nido. Canti del Monferrato, D. Garoglio, Edizione Casale Monferrato (1936)

Viaggi d'autore in Monferrato, Luigi Angelino and Dionigi Roggero, Editrice Il Monferrato, Casale (2004)

Viaggi del gusto in Monferrato, Editrice Il Monferrato, Casale (2006)

Viaggio tra gli antichi mestieri in Monferrato, Editrice Il Monferrato, Casale (2011)

Vignale e il Monferrato dalle origine al 1713, Carlo Ferraris, Edizione G.Ri.F.L. (2002)

Voci piemontesi / Piedmontese Voices, Robert Tanzilo, Edizioni dell'Orso, Alessandria (2009)

 

©2000-2013 Monferrini in America
btanzilo@yahoo.com
Milwaukee, Wisconsin USA

We Monferrini | Our Stories | Monferrino Diary | History | Language | Gallery
Our Names | Family Album | Links | Bibliography | Turismo | Guestbook | Pagine Monferrine